FAQ's

Che cos'è il sistema H@H?

Il Sistema di telemedicina Hospital at Home, di seguito denominato H@H, è un sistema di telemedicina web based che garantisce la continuità di cura in regime di deospedalizzazione protetta per soggetti non in pericolo di vita. Hospital at Home garantisce il monitoraggio dei valori dei parametri fisiologici e la ossigenoterapia a domicilio assicurando l’interazione tra operatori sanitari e pazienti attraverso la videocomunicazione senza che i degenti deospedalizzati debbano spostarsi presso le strutture ospedaliere. Esso è pensato e progettato con l’obiettivo di ottenere un maggior indice di deospedalizzazione dei pazienti in modo da migliorare la qualità del Servizio Sanitario grazie ad una netta riduzione dei tempi e dei costi di ospedalizzazione.
Il sistema combina la comprovata validità della teleassistenza sanitaria con il monitoraggio remoto dei parametri vitali, offrendo al paziente la possibilità di richiedere un consulto con un operatore sanitario.
La necessità di ridurre i costi impone al sistema sanitario di modificare modelli operativi consolidati, limitando, ove possibile, il degrado della qualità dei servizi offerti.

 

A cosa serve il sitema H@H?

Il Sistema H@H fonda il proprio principio sul concetto di deospedalizzazione protetta.
Tale concetto garantisce un notevole decremento del numero dei posti letto occupati nelle strutture ospedaliere da pazienti affetti da patologie croniche invalidanti e una conseguente riduzione di oltre il 41% sui costi di degenza. A tutto ciò si aggiunge una gestione clinica ottimale del degente deospedalizzato che viene monitorato 24 ore al giorno.

 

Di cosa si compone il sistema H@H?

Il Sistema H@H è composto da un modulo domiciliare e un Centro Servizi e si articola attorno alle figure del Paziente, dell’Operatore Sanitario e del Centro Servizi. Il Sistema Hospital at Home è a tale scopo supportato dalla comunicazione internet per il trasferimento dei dati relativi ai parametri vitali e alla videocomunicazione tra le postazioni domiciliari ed il Centro Servizi che svolge quindi l’importante ruolo di coordinamento e monitoraggio delle prestazioni di assistenza sanitaria. È consentita dunque la connessione di un ampio numero di postazioni domiciliari alla medesima stazione server dedicata, la quale può essere fisicamente localizzata in ospedali o in Il Sistema H@H è composto da un modulo domiciliare e un Centro Servizi e si articola attorno alle figure del Paziente, dell’Operatore Sanitario e del Centro Servizi. Il Sistema Hospital at Home è a tale scopo supportato dalla comunicazione internet per il trasferimento dei dati relativi ai parametri vitali e alla videocomunicazione tra le postazioni domiciliari ed il Centro Servizi che svolge quindi l’importante ruolo di coordinamento e monitoraggio delle prestazioni di assistenza sanitaria. È consentita dunque la connessione di un ampio numero di postazioni domiciliari alla medesima stazione server dedicata, la quale può essere fisicamente localizzata in ospedali o in uffici dedicati presidiati da personale medico e paramedico.Il dispositivo H@H ha dimensioni e forma comparabili a quelle di un comodino ed è dotato di un braccio articolato che ne consente un comodo utilizzo nelle varie posture: sdraiato a letto, seduto, in sedia a rotelle, o in piedi. Il sistema è movimentabile su ruote e dispone di una maniglia per la presa e per la movimentazione che all’occorrenza può essere anche utilizzata come porta asciugamani. Le prese dei Gas medicali o i punti per la connessione delle apparecchiature medico/terapiche sono posizionate sui lati del dispositivo per una più facile accessibilità da parte del paziente e degli operatori sanitari. Al suo interno è collocato un concentratore di ossigeno che consente l’erogazione di gas medicali presso il domicilio del paziente ovviando ai problemi e ai rischi legati alla somministrazione con bombola di O2 quali l’ingombro, pericolo di esplosione, breve durata delle bombole.La Borchia frontale della presa d’aria di aspirazione consente una facile rimozione dei filtri e quindi l’operazione di pulizia è facilmente eseguibile anche da personale non addetto. Il Centro Servizi (C.S.) gioca un ruolo principale nel monitoraggio ed in particolare nella rilevazione di situazioni critiche dei Pazienti: una volta rilevata una situazione a rischio l’operatore del C.S. attiva le procedure di intervento medico remoto e predispone l’intervento in situ. L’interattività della videochiamata e il monitoraggio, anche continuo, dei parametri vitali del Paziente consentono aglioperatori del Centro Servizi di tenere sotto osservazione lo stato di ciascun Paziente identificando variazioni sui parametri fisiologici e fornendo in tempo reale un intervento clinico per normalizzarne lo stato attraverso l’attivazione delle apparecchiature terapeutiche disponibili a domicilio.

 

Quali sono le innovazioni introdotte dal Sistema H@H ?

Il Sistema H@H rappresenta un’inedita opportunità di innovazione nel settore della telemedicina. Perché consente di ridurre i tempi della diagnosi e quindi quelli di identificazione delle terapie, il numero degli esami e degli spostamenti. Vantaggi straordinari che comportano un miglioramento della qualità della vita, soprattutto in pazienti anziani o con difficoltà motorie.
Il Sistema H@H è un mix di tecnologia e nuovo design, in cui un dispositivo domiciliare, dalle dimensioni di un comodino monitora costantemente le condizioni fisiologiche del paziente ed è collegato continuamente ad un Modulo Centro Servizi, che è la postazione di monitoraggio attraverso cui l’operatore sanitario può controllare il paziente da remoto. I due strumenti sono interconnessi attraverso la rete Internet, che consente lo scambio di dati in tempo reale, comodamente e in tutta sicurezza.
In questo modo il dispositivo Hospital at Home permette di monitorare simultaneamente parametri fisiologici quali: SpO2 (saturazione di ossigeno), battito cardiaco, ECG (elettrocardiogramma), temperatura corporea interna ed esterna, pressione, frequenza respiratoria. Hospital at Home offre inoltre la possibilità agli operatori sanitari di video comunicare con il paziente in tempo reale. Elemento determinante di innovazione è l’interazione della diagnosi con la terapia in dotazione (ossigenoterapia e vacuumterapia). Oltre alla capacità di monitorare infatti le condizioni cliniche del paziente, è anche possibile attivare/disattivare da remoto i dispositivi terapeutici che sono installati direttamente sul dispositivo. In sintesi, le principali caratteristiche che rendono la piattaforma H@H altamente innovativa sono:

  • continuità di cura in regime di deospedalizzazione protetta per soggetti non in pericolo di vita;
  • il monitoraggio dei parametri vitali;
  • Ossigenoterapiae vacuumterapia a domicilio.

 

Quali sono i vantaggi che derivano dall’utilizzo del Sistema H@H?

Le innovazioni apportate dalla tecnologia del dispositivo Hospital at Home, oltre a garantire efficacia e rapidità di intervento contribuiscono a migliorare il benessere e lo stato emotivo e psicologico del paziente. Le cure e le attenzioni sono infatti del tutto paragonabili a quelle di un posto di degenza di una normale struttura sanitaria. L’utilizzo di Hospital at Home garantisce il miglioramento della qualità del servizio in sanità offrendo tempi e costi più bassi per mezzo di nuovi metodi e tecnologie. I vantaggi che derivano dall’utilizzo di un sistema quale H@H sono molteplici e sono così riassumibili:

  • decremento del tasso di ospedalizzazione
  • notevole riduzione dei costi di degenza
  • riduzione del numero di ri-ospedalizzazioni da ricaduta post dimissioni ospedaliere
  • miglioramento della qualità della vita per il paziente

Avere un paziente deospedalizzato, che viene monitorato quindi direttamente dalla sua casa, rappresenta un notevolissimo vantaggio in termini di qualità di vita; in questo modo infatti egli può beneficiare del comfort familiare e del supporto dei propri cari che non sono più costretti a spostamenti molto spesso onerosi, sia in termini di costi che di fatica.

 

A chi è rivolto il Sistema H@H?

Il Sistema H@H è rivolto a pazienti:

  • in stato vegetativo persistente;
  • cardiopatici;
  • diabetici;
  • lungodegenti;
  • anziani non autosufficienti;
  • affetti da BPCO (Broncopatia cronica ostruttiva) severa anche portatori di tracheostomia;
  • tetraparetici per Trauma spinale cervicale;
  • con esiti di malattie cerebrali gravi (ictus e/o emorragie cerebrali) con gravi danni neurologici;
  • con S.L.A. (Sclerosi laterale amiotrofica);
  • con fibrosi cistica in fase terminale;
  • con scompenso cardiaco severo con grado NYHA (New York HeartAssociation) 4 (fase terminale, limitazioni severe, sintomi anche a riposo, per lo più costretti al letto);
  • permanentemente allettati, in ossigenoterapia continua senza o con ventilazione meccanica polmonare.

 

end faq